In linea con il processo di semplificazione avviato dal GSE per supportare gli operatori, è online la nuova sezione web “Conto Termico > Interventi incentivabili” nella quale sono riportate in forma semplificata, per singolo intervento, le istruzioni da seguire per compilare la richiesta di incentivo da parte di soggetti privati, imprese e Pubbliche Amministrazioni.

Nella sezione, oltre alle procedure per registrarsi all’Area Clienti del GSE e accedere all’applicazione web “Portaltermico”, sono specificate, per singolo intervento, le informazioni preliminari di cui disporre per compilare la richiesta di incentivo (dati sull’immobile; informazioni pre/post intervento), la documentazione da allegare e il relativo estratto delle Regole Applicative.

www.gse.it

Come utilizzare al meglio il legno per riscaldare le proprie case risparmiando, rispettando l’ambiente e ottenendo il massimo dei vantaggi?

Il tema interessa tutti e sarà affrontato durante la Fiera Boster nord ovest, grazie agli esperti della Regione Piemonte. Un incontro da non perdere, rivolto al pubblico, che si terrà nel primo pomeriggio di sabato 15 settembre dal titolo “Uso consapevole del legno per il riscaldamento di casa”.

L’incontro sarà mirato ad illustrare le buone pratiche nella gestione degli apparecchi a legna e pellet per ridurre le emissioni, le manutenzioni e i rischi, risparmiando inoltre tempo e denaro. Il pubblico potrà fare domande agli esperti e ottenere risposte puntuali.

“La combustione del legno in dispositivi domestici (stufe, cucine e camini), è causa di rilevanti emissioni di PM10, anche se non percepita come tale – spiegano dalla Regione Piemonte – e durante l’incontro si affronterà anche il tema del valore del legno locale e dell’azione individuale, legando i temi del rispetto del bosco, della tracciabilità del materiale legnoso, delle certificazioni forestali ed impiantistiche, dell’uso corretto degli impianti domestici e dell’inquinamento dell’aria”.

L’appuntamento viene organizzato alla Fiera Boster nord ovest, nell’ambito del progetto “Legno Energia Nord Ovest”: un progetto di valorizzazione della filiera legno-energia in Piemonte e nelle aree limitrofe.

Il progetto è finanziato dal PSR della Regione Piemonte 2014-2020 (Misura 16 Operazione 16.2): accanto al gruppo di gestione (formato dalla cooperativa La Foresta, Replant e AIEL), quattro partner associati costituiscono il nucleo della collaborazione tra imprese, destinato ad ampliarsi ed evolversi, al termine di progetto, in una forma più strutturata di cooperazione.

fonte: Ufficio Stampa Boster nord ovest 2018

in mostra all’82° Fiera del Levante di Bari

dall’8 al 16 settembre l’iniziativa “PF tecnologie” organizzata da Piemmeti-Progetto Fuoco

 

PF tecnologie – il riscaldamento sostenibile è la proposta espositiva di Piemmeti, la società di Veronafiere specializzata nell’organizzazione di saloni tecnici, nell’ambito dell’82^ Fiera del Levante, in programma a Bari dall’8 al 16 settembre: un intero padiglione (il padiglione 20) tutto dedicato alle forme di riscaldamento con energie rinnovabili e alternative: legna e pellet, fotovoltaico, solare termico.

PFtecnologie dà visibilità alle forme di riscaldamento ottenute attraverso fonti rinnovabili – dichiara Ado Rebuli, presidente di Piemmeti spa che a Verona organizza Progetto Fuoco, il più importante evento mondiale in questo settore – ed abbandonare le fonti fossili per ricorrere a queste forme energetiche consente, nel pieno rispetto della sostenibilità e delle normative di sicurezza, di ottenere sensibili risparmi energetici e di poter accedere agli incentivi del Conto Termico”.

In Italia, le imprese di questo settore sono oltre 14.000 tra produttori, distributori, installatori e manutentori/fumisti con 72.000 addetti complessivi e un fatturato annuo di oltre 5 miliardi di euro.
 Il 24% delle famiglie italiane oggi usa pellet o legna da ardere: sono infatti quasi 7 milioni gli apparecchi a biomassa legnosa installati oggi in Italia.

“Un mercato in crescita– dichiara Raul Barbieri, direttore di Piemmeti spa– soprattutto al Centro Sud, zona questa che richiama l’attenzione dei più importanti produttori di questo mercato: I dati, del resto, parlano di quasi un quarto delle famiglie italiane che ormai usa per riscaldarsi apparecchi a legna o pellet”.

E in questo senso risulta azzeccato il connubio con la Fiera del Levante, quest’anno giunta alla sua 82°edizione, che è il più grande appuntamento fieristico del Centro-Sud: una finestra non solo verso l’importante mercato del Centro Sud, ma anche un’occasione per attrarre visitatori da aree quali Albania, Grecia, Montenegro e Turchia.

Ogni anno, oltre 300.000 visitatori scoprono le novità e i prodotti di una grande kermesse multisettoriale con padiglioni a tema (edilizia, arredamento, artigianato, ecc.) arricchito anche quest’anno da PF tecnologie – il riscaldamento sostenibile: un intero padiglione di 3.000 mq sarà dunque occupato dalle più innovativesoluzioni perl’energia prodotta da fonti rinnovabili ed alternativenelle sue più diverse accezioni (legna, pellet, fotovoltaico, solare termico) capaci di coniugare aspetti quali il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale con  apparecchiature sempre più curate sotto il profilo tecnologico e del design.

“I numeri della Fiera del Levante nel 2017 parlano di oltre 230.000 ingressi – conclude il Presidente Rebuli – e senz’altro gli espositori della prima edizione di PF tecnologie possono confermare il notevole afflusso ed interesse dei visitatori, sia privati che operatori. La soddisfazione è stata quella di aver trovato un luogo coerente dove diffondere l’utilizzo delle forme di riscaldamento sostenibili e pulite.”

Sono iniziati i preparativi della terza edizione di Italia Legno Energia, in programma dal 22 al 24 marzo 2019 presso la Fiera di Arezzo.

Questo appuntamento assume un’importanza strategica per la visibilità e la promozione del comparto, poiché è l’unico appuntamento italiano dedicato al settore delle biomasse in programma nel 2019.

I numeri di Italia Legno Energia (ed. 2017)

  • 25.000mq di superficie espositiva
  • 183 espositori, 146 diretti e 37 rappresentati, di cui 62 esteri
  • 19.300 visitatori provenienti da tutte le Regioni Italiane

I settori merceologici di Italia Legno Energia

Ad Italia Legno Energia espongono i produttori di:

  • macchine ed attrezzature per il settore agroforestale e per la prima lavorazione del legno a fini energetici,
  • caldaie e macchine per il riscaldamento civile o domestico a legna,
  • stufe, caminetti, termocamini, cucine, barbecue
  • prodotti legnosi a fini energetici (legna da ardere, pellet e cippato)
  • attrezzature e prodotti per la fumisteria

rivolgendosi al pubblico degli agriturismi e imprese agricole, delle serre e vivai, alle attività commerciali, turistiche ed alberghiere, agli studi tecnici, progettisti ed architetti, installatori e rivenditori provenienti da tutta Italia, in particolar modo dall’Italia Centrale.

La manifestazione è aperta anche al pubblico.

Come Progetto Fuoco, anche per Italia Legno Energia AIEL sarà il partner tecnico dell’evento, con un ricco programma di incontri di formazione ed aggiornamento rivolto a tutti i protagonisti del settore.

Tutte le info su www.italialegnoenergia.it

Progetto Fuoco 2018

Sono state circa 280’000 le tonnellate vendute nell’anno 2017. Oltre il 70% è di produzione svizzera

ZURIGO – Nel 2017 le stufe a pellet hanno goduto di grande popolarità in Svizzera: rispetto all’anno precedente ne sono state vendute circa il 16% in più, indica l’associazione di categoria proPellets.ch. Sono state circa 280’000 le tonnellate di pellet vendute nell’anno in rassegna, ovvero l’8% in più su base annua.

Oltre il 70% è di produzione svizzera, si rallegra l’associazione in una nota odierna. L’anno scorso i fabbricanti elvetici ne hanno prodotto il 15% in più.

L’impiego delle 280’000 tonnellate di pellet ha sostituito 135 milioni di litri di olio combustibile, evitando l’emissione di 370’000 tonnellate di CO2, precisa proPellets.ch.

Convertito in un’economia domestica che necessita annualmente di 30’000 kWh di energia per il riscaldamento (ovvero 3’000 litri di olio combustibile o 6 tonnellate di pellet), significa un risparmio di 8,25 tonnellate di CO2. “Il pellet dà quindi un prezioso contributo al raggiungimento degli obiettivi climatici della Svizzera”, si felicita l’associazione.

I pellet sono dei bastoncini di forma cilindrica che vengono ricavati pressando i resti di legno delle grandi industrie di legname. Durante il processo di pressatura la densità del legno aumenta, di conseguenza cresce pure la densità energetica. La produzione di pellet valorizza scarti di legno e li rende disponibili sul mercato del riscaldamento in un pratico formato, ricorda proPellets.ch sul suo sito internet.

Hello world!

Welcome to Kallyas MU. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!

Hello world!

Welcome to Kallyas Sample Data Sites. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!

Hello world!

Welcome to KYMA Demo Sites. This is your first post. Edit or delete it, then start blogging!